Due truffatori nigeriani sono stati tenuti la scorsa settimana dopo aver scoperto un’elaborata frode per rubare „435 milioni di dollari in tutto il mondo“ usando email illecite, showoffs di marchi di lusso e Bitcoin.

Identificati come Ramon „Hushpuppi“ Abbas e Olalekan „Woodberry“ Ponle, il duo ha sfoggiato uno stile di vita sontuoso, completo di auto di lusso, orologi costosi, jet privati e orologi d’oro sul loro Instagram.

La musica si è fermata la scorsa settimana dopo che l’FBI ha estradato i due da Dubai con diverse accuse penali. Nel frattempo, nuovi documenti mostrano che hanno usato il crypto-exchange Gemini per acquistare milioni in Bitcoin, prima di usare servizi peer-to-peer come Bitcoin Billionaire per incassare quei fondi.

I gemelli hanno acquistato milioni in BTC

Un file SEC ottenuto da CryptoSlate mostra che i truffatori hanno aperto conti bancari fraudolenti per due società senza nome a Chicago. Hanno poi preso di mira i dipendenti per inviare fondi a quei conti, convertendoli in Bitcoin via Gemini poco dopo.

L’analisi Blockchain condotta da ditte indipendenti ha mostrato che Ponle ha truffato „almeno 1.495 Bitcoin“ per un valore di circa 7 milioni di dollari.

I truffatori hanno utilizzato Bank of America, Wells Fargo e altre banche per trasferire i loro fondi. Mentre si sforzavano di coprire le loro tracce bancarie usando uno pseudonimo e altri trucchi, non sembravano coprire la loro impronta Bitcoin – il che alla fine li ha portati a farsi prendere.

Le registrazioni mostrano che Gemini era lo scambio più utilizzato dai truffatori. Un’occasione mostra che hanno convertito 2 milioni di dollari in BTC nel febbraio 2019.

Le operazioni sono state pari a 601 BTC. La Bitcoin ha scambiato circa 3.500-4.000 dollari in quel periodo dell’anno scorso.

Alla fine, un agente dell’FBI sotto copertura si è spacciato per un rivenditore OTC. I truffatori hanno abboccato all’amo e sono stati successivamente arrestati.

Le star del calcio e le tracce di Bitcoin

Abbas e Ponle hanno utilizzato Paxful e LocalBitcoins per incassare i guadagni illeciti, secondo il rapporto della SEC.

Entrambi i punti vendita sono stati criticati in passato per le loro scarse procedure KYC e la responsabilità degli utenti.

Nel frattempo, i due sostengono di non aver commesso alcun illecito, ha riferito lunedì la CNN. I loro avvocati dicono che Abbas e Ponle sono uomini d’affari legittimi che gestiscono servizi di consulenza immobiliare e lavorano come „influenzatori“ di Instagram.

Quando CryptoSlate ha guardato Instagram di Abbas, sembrava che avesse contatti in quartieri interessanti. C’è una foto con la star del calcio inglese e del Chelsea Tammy Abraham, e altri giocatori dell’U-21. Al momento della stampa, non esiste alcuna notizia o commento da parte del Chelsea in merito alla loro relazione.

In modo divertente, è stata la catena di blocco di Bitcoin, invece di informazioni fornite dalla banca, ad aiutare l’FBI a rintracciare i truffatori.

Per i puristi del decentramento, questo significa una violazione della propria identità finanziaria e un caso per lo pseudonimo di Bitcoin.

Ma per le forze dell’ordine, segnala che il Bitcoin (e altre crittocurrenze) può essere parte di un sistema finanziario ben funzionante, dove le società di analisi professionali rintracciano le transazioni fraudolente quando richiesto.

Solo il tempo ci dirà come andrà a finire il sistema di crittografia; un sistema gestito in modo indipendente o in arrivo a ciclo completo con regolatori e KYC rigorosi.

Proprio la settimana scorsa, una truffa simile è stata scoperta in Cina dopo che i regolatori hanno rintracciato le transazioni dell’Ethereum fino ai perpetuatori. Come riportato da CryptoSlate, i truffatori hanno truffato ETH per finanziare uno stile di vita caratterizzato da ville lussuose e Ferrari.